//La storia dei Panama

La storia dei Panama

Un fascino incredibile ed intramontabile.
Un nome fuorviante.

Si può iniziare probabilmente così, con un contrasto, la storia dei cappelli Panama.

Le origini

Per quanto concerne il fascino, lasciamo al lettore la soggettività nel valutarlo.
La storia invece vale la pena approfondirla, partendo proprio dal nome fuorviante.
Panama è infatti un piccolo Stato dell’America Centrale, diventato famoso per un canale artificiale che, dopo 400 anni di circumnavigazioni dell’intero continente americano, ha permesso alle imbarcazioni di grossa taglia di poter agilmente passare dall’Oceano Atlantico a quello Pacifico.

Ma cosa centra il canale di Panama con un cappello?
Per due motivi: il primo deriva dal fatto che gli operai impegnati nella costruzione di questa mastodontica opera, utilizzassero i cappelli in paglia per proteggersi dal sole.
La secondo è che all’inaugurazione del canale nel 1906, il Presidente americano Roosevelt si presentò con uno di questi copricapo.
Da quel momento, nella parlata comune, i cappelli in paglia vengono chiamati Panama.

Per scoprire la vera origine dei Panama dobbiamo scendere ancora più a sud, in Ecuador, precisamente nell’area costiera attorno alla cittadina di Montecristi o nell’area interna attorno alla cittadina di Cuenca.

Dal XVII secolo in avanti intere generazioni tramandano ai propri figli l’arte dell’intreccio delle foglie della palma Toquila ( Carludovica Palmata), rendendo questa tradizione un patrimonio riconosciuto dall’Unesco.

La realizzazione

La foglie vengono raccolte a mano in micro-aree della foresta pluviale ecuadoregna, separate, fatte bollire e lasciate essiccare appese al sole.
Dopodiché avviene quello che nei tessuti chiameremmo finissaggio.
Le foglie vengono infatti fatte sbiancare a piacere attraverso il solfuro e poi ulteriormente sfilacciate, sempre a mano, per renderle il più fine possibile.

Inizia quindi il processo di intreccio che andrà a creare il cono del futuro cappello.
Si inizia dalla corona centrale e si prosegue verso i lati, seguendo due tipologie di intreccio: l’intreccio “liso”, con pattern spigato e più elegante, e l’intreccio “brisa”, con pattern a forma di diamante e più sportivo.

A seconda della finezza della paglia, si avranno diversi gradi del cappello: si parte da un “cuenca” standard di grado 3-5 per cui si impegano circa 2 giorni di lavoro e si arriva ai “Montecristi” di grado superiore a 10 che necessitano di molti mesi di lavorazione. Il record è di ben otto mesi!

La tipologia ed il grado

Definire l’esatto grado di un Panama è molto difficile poichè non esistono parametri ufficiali. Diciamo che si può percepire la qualità di un panama, attraverso i seguenti fattori:

  1. Numero di corone nel centro del cappello;
  2. Numero di intrecci per centimetro quadrato;
  3. Uniformità della paglia utilizzata;

Per darvi un parametro un buon cappello ha circa 300-400 intrecci per 2,54 cm quadrati ( ossia 1 pollice).
Un Montecristi superfino, la Ferrari dei cappelli, arriva a 4000.

Il mantenimento

Può talvolta capitare che il panama si sporchi o si sformi.
Nel caso di un po’ di polvere, consigliamo di passare un panno morbido sulla superficie.
Il gesto deve comunque essere delicato per evitare di rompere le fibre naturali del cappello.

In caso di macchie, sconsigliamo vivamente di utilizzare saponi o prodotti chimici.
L’acqua calda va benissimo. Nel caso non basti un passaggio solo, effettuare la pulizia più volte (sempre in maniera delicata e con panno morbido) fino a che la macchia non scompare.

Se invece il vostro panama ha perso la forma, consigliamo di utilizzare un asciugacapelli per riscaldare la parte interessata e poi modulare delicatamente la forma fino a farla tornare a quella originale.
Sulla tesa può essere invece utilizzato un ferro da stiro alla minima potenza.

Non ci resta che aspettarvi nel nostro punto vendita di via Marconi 2, a Biella, per provare in nostri panama italo-ecuadoregni!

Appuntamento consigliato ( info@cb1935.com )

2020-06-05T16:24:17+00:00June 5th, 2020|Tags: , , , |